Storia contemporanea

Jacques Baud: “Al contrario degli Usa, in Europa i leader non hanno veramente capito il rischio nucleare”

di Giacomo Gabellini per il canale Youtube Il Contesto Nel corso delle ultime settimane, droni ucraini hanno preso di mira due strutture radar che costituiscono parte integrante della rete strategica di allerta precoce della Russia e il suo danneggiamento, anche temporaneo, deteriora la capacità del Paese di rilevare con il dovuto tempismo minacce atomiche in…

Israele e il fraintendimento della realtà

Alastair Crookestrategic-culture.su Su tutti i fronti, il paradigma interno israeliano si sta sfaldando e, all’esterno, l’Occidente si sta a sua volta sfaldando, diventando un paria sulla scena globale. L’esplicita facilitazione da parte delle leadership occidentali di una sanguinosa pulizia dei palestinesi ha riportato alla ribalta il vecchio spettro dell’”orientalismo” e del colonialismo. E sta facendo…

Verso una nuova strategia della tensione?

Di Konrad Nobile per ComeDonChisciotte.org   Tanto il recente attentato al primo ministro slovacco Robert Fico, premier distintosi per la sua avversione alle spinte più guerrafondaie della NATO, quanto l’aggressione subita da Gabriele Rubini, in arte Chef Rubio, fervente e noto attivista filo palestinese, per quanto fatti diversi tra loro sono il sintomo di un…

Normandia 1944-2024: fu davvero qui che «cominciò la sconfitta del nazismo»?  

di Fabrizio Poggi per l’AntiDiplomatico    Proviamo a lasciare da parte, per un momento, la questione delle armi e, nello specifico, delle armi occidentali fornite alla junta nazigolpista di Kiev per colpire il territorio russo – ma solo nelle vicinanze del confine, «non Mosca o il Cremlino», dice Joe Biden, che forse dubita della…

Egemonia (17). Il tradimento delle classi dirigenti europee – Elena Basile

di Alessandro Bianchi Quali aggettivi utilizzare per descrivere i governanti del cosiddetto occidente collettivo dopo che hanno deciso di far rientrare nel loro “sistema di regole” anche lo sfidare apertamente la sicurezza di una potenza nucleare? Che termini utilizzare per inquadrare coloro che stanno dirigendo interi popoli verso l’Armaggedon? In un articolo magistrale, Caitline Johnsone…

Il discorso che i reclutatori militari non vogliono farvi ascoltare

Ottanta anni fa le truppe alleate statunitensi e britanniche davano inizio allo sbarco in Normandia che avrebbe portato alla se-dicente “liberazione” dell’Europa dalla tirannide nazista, liberazione di cui, ancor più oggi, vediamo i benefici effetti. Ottanta anni dopo sembra volersi ripetere lo stesso copione, serve una nuova “liberazione”, questa volta dal “tiranno” russo. Mi è…

Viaggio nell’Iran di Khamenei: ciò che i nostri media non dicono

Di Jacopo Brogi   Teheran –   Un fiume impetuoso di persone va riempiendo il mausoleo dedicato all’Ayatollah Rouhollah Mousavi Khomeini. Il 3 giugno ricorre l’anniversario della morte e a breve parlerà il suo successore: Seyyed Ali Khamenei. In quella che l’Ovest definisce una spietata dittatura, poliziotti e guardie disarmate vigilano la gigantesca struttura dove…

In Ucraina ogni escalation avvicina sempre più Washington alla sconfitta

Mike Whitneyunz.com C’è una grande differenza tra “non vincere” e “perdere” una guerra. Nel caso dell’Ucraina, “non vincere” significherebbe che il Presidente Zelensky e i suoi referenti a Washington scelgono di perseguire una soluzione negoziata che consenta alla Russia di mantenere il territorio catturato durante la guerra, soddisfacendo al contempo le modeste richieste di sicurezza…

Alberto Bradanini – “Unione” europea: su cosa (esattamente) siamo chiamati a votare?

di Alberto Bradanini*                              1.La narrativa dominante propone il mito iconico di un’Unione Europea (UE) che sfiora il campo della religiosità, un mito destinato a sfarinarsi se solo si trovasse il coraggio di scendere sotto la superficie. Pochi lo fanno, i…

80º Anniversario del D-Day: Putin ricorda il contributo decisivo dell’Unione Sovietica

Durante il XXVII Forum Economico Internazionale di San Pietroburgo (SPIEF-2024), il presidente russo Vladimir Putin ha partecipato alla tradizionale conferenza stampa con i direttori delle agenzie di informazione internazionali. Le dichiarazioni rilasciate dal leader russo hanno toccato una vasta gamma di argomenti, dalla politica estera alle relazioni internazionali, passando per la sovranità nazionale e le…

Escalation senza strategia: la pericolosissima deriva della Nato

di Giacomo Gabellini per l’AntiDiplomatico Nei giorni scorsi, droni ucraini hanno preso di mira due stazioni radar di cui si compone la rete strategica di allerta precoce della Russia, colpendone una. Le strutture costituiscono parte integrante della rete strategica di allerta precoce della Russia e il loro danneggiamento, anche temporaneo, deteriora la capacità del Paese…

Una sonda cinese è atterrata sul lato oscuro della Luna

La Cina ha segnato un altro significativo passo in avanti per quanto riguarda l’esplorazione spaziale: il lander lunare Chang’e-6 è atterrato con successo sul lato nascosto della Luna prelevando circa due chili di campioni dal terreno e si trova ora sulla via del ritorno, previsto per il 25 giugno nel sito di Siziwang Banner, in…

Pepe Escobar – Russia, Talebani e il “pacchetto” completo della normalizzazione dell’Afghanistan

di Pepe Escobar – Strategic Culture [Traduzione a cura di: Nora Hoppe]   Domenica scorsa, a Doha, ho avuto un incontro con tre rappresentanti di alto livello dell’Ufficio politico talebano in Qatar, tra cui un membro fondatore dell’organismo (nel 2012) e un funzionario chiave del precedente governo talebano del 1996-2001. Per mutuo consenso, i…

L’orlo del baratro: le tappe della “pianificazione nucleare” della NATO

di Fabrizio Poggi   Tra un paio di settimane (15-16 giugno) dovrebbe riunirsi sul lago di Lucerna la declamata “conferenza per la pace in Ucraina”, da svolgersi secondo i dettami della cosiddetta “formula Zelenskij” e che prevede espressamente l’esclusione di una delle due parti in conflitto: la Russia. L’altra parte sarà invece ben presente…

Per evitare una guerra nucleare Putin dovrebbe essere un po’ più pazzo

Mike Whitneyunz.com La conferenza stampa del Presidente Putin di mercoledì in Uzbekistan potrebbe essere stata l’evento più insolito e straordinario dei suoi 24 anni di carriera politica. Dopo aver affrontato le questioni costituzionali relative alla decisione del Presidente ucraino Zelensky di rimanere in carica oltre il suo mandato quadriennale, Putin ha rilasciato una breve ma…

La condanna di Trump, l’incendio della villa di Putin e la terza guerra mondiale

PICCOLE NOTE   La condanna di Trump ha coinciso temporalmente con la nuova e più pericolosa escalation della guerra ucraina. Non certo un caso. Una ovvietà, ma va pur detta. Così, mentre Trump veniva condannato, la Casa Bianca dava luce verde all’Ucraina per colpire il territorio russo con le armi degli Stati Uniti. Escalation alzo…

La “proposta di pace” di Israele ad Hamas: ridateci gli ostaggi, noi continuiamo a bombardare

Nelle scorse ore il Presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha presentato l’ultimo piano israeliano per il raggiungimento della pace e del cessate il fuoco a Gaza. Nonostante i pochi dettagli, il grosso dei media lo sta già descrivendo come un generoso programma di mediazione con l’auspicio che esso venga accolto da Hamas. In verità,…

Torna su