La Regione Emilia Romagna sconsiglia esami del sangue prima e dopo la vaccinazione


Regione Emilia Romagna: no a esami sierologici prima e dopo la vaccinazione. Accertamenti per evitare eventi avversi o verificare l'efficacia dei vaccini sconsigliati dalla direttrice Kyriakoula Petropulacos.


Fonte immagine: https://twitter.com/barbarab1974/status/1402288721832124416

La Direzione Generale per la cura della persona, salute e welfare della Regione Emilia Romagna, nella persona della direttrice Kyriakoula Petropulacos, in un comunicato a tutte le aziende sanitarie, sconsiglia di eseguire test sierologici sia prima la somministrazione dei vaccini, per valutare la presenza di anticorpi in seguito a una precedente infezione (possibile causa, tra gli altri, dell’evento avverso potenzialmente fatale denominato ADE), che dopo la somministrazione per verificare la formazione di anticorpi.

In altre parole, si sconsiglia di eseguire degli esami del sangue che consentirebbero di prevenire esiti anche fatali della vaccinazione. Inoltre si sconsiglia la stessa tipologia di esami per verificare il corretto funzionamento dei vaccini dopo la somministrazione.

Avevamo già segnalato una comunicazione simile interna all’ospedale Sant’Orsola di Bologna.

COMMENTACommenta COMMENTA

Lascia un commento