Burioni, radiazione del virologo chiesta dalla petizione per il suo tweet: “novax agli arresti come sorci”


Il virologo Roberto Burioni oggetto di una petizione online che ne chiede la radiazione dopo un suo tweet contro i novax.


Roberto Burioni, il virologo noto anche (soprattutto?) per le sue numerose apparizioni in TV, oggi ha pubblicato suuna dichiarazione contro i novax che si sta diffondendo in Rete suscitando l’indignazione di coloro che sono contrari al Green Pass.

Il testo del tweet controverso, postato dal professore di virologia, ha toni decisamente forti:

Propongo una colletta per pagare ai novax gli abbonamenti Netflix per quando dal 5 agosto saranno agli arresti domiciliari chiusi in casa come dei sorci.

Tra le reazioni, la petizione su Change.org che chiede la radiazione di Burioni:

Richiediamo la radiazione dall’ordine dei medici a danno di Roberto Burioni, dopo le vergognose affermazioni fatte tramite un suo tweet, secondo cui bisogna organizzare una colletta per pagare netflix ai novax, visto che resteranno agli arresti domiciliari come sorci. Queste sono parole inaccettabili in un Paese che si definisce democratico e sono ancor più inaccettabili poiché provengono da un virologo che dovrebbe agire secondo la scienza. Ma di scientifico non c’è proprio niente, visto che anche i vaccinati possono contagiare ed essere contagiati, come affermato anche dal Presidente dell’Ordine dei Medici di Roma, Antonio Magi, nonché destinatario di questa petizione.

L’affermazione di Antonio Magi, a cui fa riferimento la petizione, è quella che il Presidente dell’Ordine dei Medici di Roma ha rilasciato in un’intervista esclusiva a Radio Radio.


Autore: Andrea Barbagallo

COMMENTACommenta COMMENTA

Lascia un commento